Lavorare vicino a casa fa bene a te, alla tua famiglia e all’ambiente.

Consigli sulla ricerca di lavoro

Modalità sulla ricerca di lavoro

Rispondere agli annunci di lavoroqui.it è uno dei metodi che puoi utilizzare per risolvere una situazione di disoccupazione, per cambiare mansione o per avvicinarti al mondo del lavoro per la prima volta.
L'importante è mettere in atto diverse modalità, scegliendo con cura quelle più adatte alla propria condizione.
I metodi più comuni per la ricerca di lavoro sono:

  • Invio spontaneo di CV presso Aziende e /o studi professionali (autocandidatura)
  • Registrazione presso siti e società di somministrazione del lavoro
  • Inserimento presso siti e società di ricerca del personale
  • Iscrizione presso il Centro per l'Impiego

E' di fondamentale importanza non nascondere una situazione di disoccupazione e "spargere la voce" presso conoscenti e amici.
Il passaparola, infatti, può dimostrarsi uno strumento fondamentale per la segnalazione di opportunità e occasioni per ogni mansione e settore lavorativo.

La risposta all'annuncio di lavoro

Forse non tutti sanno che le selezioni del personale iniziano prima del colloquio di lavoro in sede.
Nel formulare l'annuncio, le Aziende inseriscono elementi chiave necessari per far trasparire i vostri reali obiettivi, capacità e aspirazioni.

Ecco perché la risposta all'annuncio di lavoro deve essere puntuale e tempestiva.

Nel rispondere, oltre ad una corretta compilazione del Curriculum Vitae, è buona norma aggiungere informazioni utili a far emergere personalità e competenza.
Capita spesso che le Aziende conservino le candidature arrivate e che le selezionino, in momenti successivi, per mansioni non ancora disponibili.

La preselezione telefonica

Prima di essere convocato in sede dovrai sostenere un breve colloquio telefonico, utile al fine di fissare un appuntamento.
Anche in questo caso è bene essere attento e coerente: grazie alla preselezione telefonica, l'Azienda potrebbe porti domande mirate volte ad approfondire l'impressione avuta dal tuo annuncio, valutare le capacità comunicative e l'esperienza dei candidati.
E' fondamentale quindi avere ben chiaro l'annuncio di lavoro per il quale ti sei proposto e le caratteristiche dell'Azienda.

Il colloquio

Come gestire al meglio il colloquio di lavoro e sfruttare la tua occasione

  • Essere informati: così come in fase di preselezione telefonica, anche al colloquio di lavoro in sede dovrai presentarti dopo aver acquisito informazioni utili sull'azienda per cui ti candidi.

  • Consulta il sito e rileggi l'annuncio di lavoro in modo da rispondere in modo appropriato e coerente e per non indurre il selezionatore a valutare come superficiale il tuo atteggiamento.
  • Mantieni un atteggiamento formale: non dilungarti in argomenti non congrui al lavoro o troppo inerenti alla sfera personale o in atteggiamenti troppo informali.
  • Dimostra partecipazione e non mentire: i selezionatori sono abituati a gestire i colloqui, pertanto evita di far emergere incongruenze rispetto al CV Ascoltare con attenzione le domande permette di rispondere in modo chiaro, conciso ed esaustivo.
  • Puntualità: presentarsi in orario al colloquio dimostra un reale interesse per il posto di lavoro. Se però cause di forza maggiore ti faranno ritardare, è consigliabile avvisare.
Arrivare in anticipo è accettabile, ma non più di 15 minuti per non sembrare persone ansiose.
  • Come mi vesto? 
Non esiste una regola fissa ma di sicuro è preferibile indossare abiti puliti e sobri, coerenti con il posto di lavoro che andrete a discutere.

Le domande psico-attitudinale:

Avere la risposta pronta conviene

Esistono domande di carattere comportamentale che delineano aspetti salienti del tuo carattere e/o al reale interesse al posto di lavoro.
Non esistono regole fisse perché non ci sono risposte giuste o sbagliate; ma saranno proprio le risposte a trasformarvi nel candidato ideale da assumere per quella posizione.
Parliamo di tutti quegli aspetti non-verbali (lo sguardo, il tono della voce, i gesti …) che rivelano di te molto più di tante parole.
Alcuni esempi di domande per avere … La risposta sempre pronta!

  • Perché ritiene che, tra tutti gli altri candidati, dovremmo assumere proprio lei per questo lavoro?
  • Quale aspetto prediligevi maggiormente del precedente lavoro? Perché?
  • Cosa direbbero di te colleghi e datori di lavoro?
  • Mi parli di lei…

Nonostante il tono confidenziale del colloquio, non dimenticare che sarai selezionato per le tue competenze: racconti dettagliati della vita privata non sono utili per la compilazione del profilo.

Cosa succede dopo il colloquio

Se il colloquio terminerà con una frase conclusiva del tipo "le faremo sapere" ma la risposta tarda ad arrivare, può essere conveniente tentare un contatto telefonico per sollecitare una risposta, ovviamente sempre mantenendo un tono educato e paziente.
Se la risposta sarà negativa, rimboccati le maniche e non smettere di cercare.
Purtroppo non esiste il candidato giusto in assoluto: le assunzioni sono legate alle esigenze specifiche della posizione da ricoprire.
Non essere assunti significa solamente che il vostro profilo non corrisponde alle esigenze della posizione.
Paradossalmente questa situazione potrebbe rivelarsi una fortuna, in quanto eviterà una delusione successiva dovuta ad un lavoro non compatibile con le tue caratteristiche.

Instaurare un rapporto chiaro e duraturo con la cittadinanza è il nostro obiettivo.
Perchè un cittadino informato aiuta a crescere il proprio Comune


Visita il sito del comune

Iscriviti alla newsletter

Metti "mi piace" sulla pagina